Accorpamento poli museali, Camperchioli: “Anche colpa dei nostri parlamentari”

L'operatore delle biblioteche riunite agnonesi interviene sulla vicenda

AGNONE. Il Molise perde l’autonomia dei poli museali e la notizia passa in sordina. “Dopo circa sei anni si ritorna aggregati all’Abruzzo” evidenzia Antonio Camperchioli valido operatore delle Biblioteche Riunite Comunale-Labanca di Agnone. “Da qualche giorno – aggiunge Camperchioli – il ministro Bonisoli ha eliminato l’autonomia dei super musei ed i poli regionali. Un provvedimento nel pieno della crisi politica passato in sordina che ha creato però scompiglio è polemica nel mondo dei beni culturali. In Molise scompare il polo museale autonomo che viene di nuovo accorpato con l’Abruzzo. Una riforma che cancella quella del 2014 del predecessore Franceschini. Nascono così dieci direzioni territoriali. Una grande sconfitta per la regione Molise che ancora una volta paga l’assenza della rappresentanza nel governo oppure la svista di coloro che ci rappresentano. I poli creati per divulgare la cultura e la bellezza dei territori con la sua arte, archeologia, storia, musei,vengono difatti annullati. Complimenti davvero per tanti accorpamenti fatti ed oggi ancora più sconosciuti per la nostra regione e maggiormente per noi molisani che stentiamo per farci scoprire in Italia ed all’estero –aggiunge il bibliotecario- Una tragedia a detta degli esperti del settore che annulla quanto di buono fatto fino ad oggi. Il Molise dovrebbe protestare –conclude- come le altre regioni che hanno perso i poli e l’autonomia”.

Vi.La. 

 

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.