Acqua: in Molise le bollette più basse d’Italia, ma record negativo per dispersione

La media dei pagamenti annua è di 143 euro. Si perde il 68% delle risorse idriche

ROMA – In Italia le famiglie piu’ “tartassate” per importi delle bollette dell’acqua vivono in Toscana (in media 648 euro l’anno), Umbria (519 euro) e Marche (507). La media nazionale e’ pari, invece, a 408 euro. Lo segnala l’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, che ha stilato un dossier coi dati nazionali e quelli per ogni regione. La XIII indagine sui costi sostenuti dagli italiani si basa su una famiglia con tre persone e con un consumo medio di 192 metri cubi l’anno per il servizio idrico integrato.

Il Molise, invece, risulta la regione piu’ “economica” con 143 euro l’anno: in questa regione, pero’, si registra il primato negativo della dispersione idrica, pari al 68%. 

Con qualche accorgimento – segnala Cittadinanzattiva – le famiglie potrebbero risparmiare contenendo i consumi. Basterebbe, per esempio, sostituire la doccia al bagno (una volta su due), riparare un rubinetto, usare lavatrice e lavastoviglie solo quando sono a pieno carico e chiudere il rubinetto mentre si lavano i denti.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.