Apicoltura nomade, nasce in Abruzzo la prima comunità Slow food

20 settembre 2019

TORNARECCIO – Comunità degli Apicoltori Nomadi di Tornareccio. Si chiamerà così la Comunità Slow Food che domani, sabato 21 settembre, vedrà la luce in occasione della giornata inaugurale di Tornareccio Regina di Miele, la rassegna promossa dal Comune di Tornareccio in programma anche domenica 22 settembre. L’appuntamento e alle 12: tutte le persone interessate a dare vita alla comunità, alla presenza di Eliodoro D’Orazio, portavoce di Slow Food Abruzzo e Molise, potranno sottoscrivere la domanda di adesione che sarà poi presentata ufficialmente a Slow Food International per l’approvazione. Una scelta, quella di fondare la comunità, che si basa su ragioni storiche: il primato di Tornareccio “capitale abruzzese del miele” si deve al fatto che negli anni Cinquanta gli apicoltori tornarecciani diedero vita ad un nomadismo audace, spingendosi in altre regioni alla ricerca di fioriture che permettessero loro di aumentare quantitativamente e qualitativamente la produzione di miele. Una vicenda che sarà rivissuta anche da testimonianze di apicoltori come Dario ed Emilio Iacovanelli, sabato, e Romualdo Finocchio, domenica, che passeranno idealmente il testimone a nuove generazioni di produttori, e da una ricostruzione scenografica dei primi viaggi in piazza.

Sempre domani, nel pomeriggio alle 16, in programma un mini corso di analisi sensoriale del miele, con degustazione di mieli di Tornareccio, con il patrocinio dell’Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele, Mosaicolandia e i laboratori di mosaico per bambini, un cooking show dello chef Alessandro Di Stefano, di Tornareccio, finalista de La Prova del Cuoco su Rai Uno, che alle 18 riprodurrà alcune delle ricette portate in tv con degustazione finale, alle 21 un’imperdibile visita in notturna ai mosaici con degustazione finale e tanta musica: alle 17  il concerto “L’eco dolce dei canti di montagna” con il coro San Osvaldo di Roncegno Terme, in provincia di Trento, ospite del coro Contrappunto di Tornareccio, mentre alle 21 in piazza Fontana “Tornarock”, concerti rock di band tornarecciane, presentati da Mara Sma, e nel centro storico il concerto jazz “The Clartet”.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.