Archeoclub Agnone, Roma certifica l’esistenza. Mauro Salzano: “Ora Valente chieda scusa”

L’architetto venafrano aveva messo in discussione l’attività del sodalizio altomolisano da quarant’anni presente sul territorio

AGNONE  – L’Archeoclub d’Italia di Agnone esiste ed è vivo e vegeto. A celare qualsiasi dubbio e smentire, se ce ne fosse ancora bisogno, Franco Valente, il quale ne aveva messo in dubbio l’esistenza, ci ha pensato Rosario Santanastasio, segretario generale dell’Archeoclub d’Italia Onlus.

In una nota inviata a l’Eco online, il segretario generale scrive: “L’Archeoclub di Agnone è stato fondato nel 1977 ed è intitolato alla figura di  Fancesco Saverio Cremonese. L’attuale presidente è il geologo Mauro Salzano (in foto), mentre la sede operativa è in corso Garibaldi (civico 155) nell’ex monastero di Santa Chiara”.

“Valente chieda scusa” il commento di Mauro Salzano che aggiunge. “E’ impensabile come il referente regionale dell’Archeoclub d’Italia, in questo caso Franco Valente, non conosca o faccia finta di non conoscere l’esistenza dell’Archeoclub di Agnone che proprio nel 2017 ha festeggiato quarant’anni di attività. Una entusiasmante cavalcata che ci ha visto organizzare convegni, mostre, eventi culturali con ospiti di portata nazionale e internazionale. A ciò bisogna sommare il nostro impegno per la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio storico-architettonico. Le chiacchiere stanno a zero, recitava un vecchio adagio  – conclude Salzano – sono i fatti che parlano, quelli che noi dell’Archeoclub di Agnone facciamo da quarant’anni”.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.