Beneficenza, Agnone raccoglie oltre tremila euro per la ‘Casa dei Risvegli’

L'iniziativa promossa dall'associazione "Gli amici di Blu" nel ricordo di Giorgia Galasso. Venduti all'asta creazioni donate da artisti e artigiani del territorio

AGNONE. Ammonta a circa 3500 euro  la somma raccolta da “Gli Amici di Blu”, la neonata associazione fondata da un gruppo di giovani altomolisani, capitanati da Diana e Monica Falcione. Quarantatre le opere donate da ventotto artisti del territorio, con lo scopo di contribuire alle attività portate avanti dalla Fondazione Casa dei Risvegli ‘Luca De Nigriis’ di Bologna. L’evento, alla sua seconda edizione, si è svolto al Komby Pub, e ha visto la partecipazione di numerosi cittadini, turisti e curiosi che hanno partecipato alla gara di solidarietà. “Quest’anno, all’asta oltre le creazioni di Diana Falcione, artista agnonese, anche scultori, fotografi, artigiani provenienti dai centri di Belmonte del Sannio, Capracotta, Castiglione Messer Marino, Pescopennataro, ma anche da Bojano, Lanciano e, addirittura, Palermo. Le opere, messe a disposizione gratuitamente dai creatori, hanno permesso all’associazione “Gli Amici di Blu” di contribuire alle attività della Casa dei Risvegli di Bologna, struttura sanitaria che aiuta i pazienti in via di riabilitazione a seguito di un coma. L’iniziativa nasce in seguito alla tragica scomparta di Giorgia Galasso, la studentessa universitaria agnonese che nell’aprile del 2017, ha perso la vita in un terribile incidente alle porte di Campobasso.  Maria Vaccari, presidente della onlus a sostegno della Fondazione emiliana, ha voluto ringraziare gli agnonesi “che ormai sono parte della famiglia della Casa dei Risvegli”, invitando le istituzioni a gemellare il capoluogo dell’Emilia Romagna con il centro altomolisano. Non sono mancate quindi le parole dell’organizzatrice, Diana Falcione, che ha inteso abbraccia tutti i partecipanti, gli artisti, sponsor e acquirenti. “Il grazie va a tutte quelle persone che ci hanno permesso di fare ancora una volta del bene, con l’augurio di poter essere ancora più attivi proprio grazie a ‘Gli Amici di Blu’, associazione che abbiamo costituito. Fare beneficenza, fare del bene, purtroppo e fortunatamente” ha concluso la Falcione a fine evento “ha un effetto valanga e, quando si comincia non si riesce più a fermarsi”.

 

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.