Caccia di selezione, partono i corsi in Abruzzo

Organizzati dalle associazioni venatorie Arci Caccia Abruzzo, Libera Caccia Abruzzo e Eps in Contrada Feudozzo a Castel Di Sangro

Le associazioni venatorie Arci Caccia Abruzzo, Libera Caccia Abruzzo e Eps organizzano corsi abilitanti per la caccia selettiva alle specie cervo, capriolo, daino e camoscio e per la caccia selettiva e collettiva della specie cinghiale. Corpo docente: Franco Perco, Marco Franco Franolich, Vittorio Giani, Giacomo Nicolucci, Luciano Sammarone, Simone Angelucci, Marco Innocenti.
I corsi si terranno presso la sala convegni dell’Azienda sperimentale demaniale «La Torre di Feudozzo» – Contrada Feudozzo – 67031 Castel Di Sangro
(AQ). La struttura offre ricettività ed alloggio per eventuali pernottamenti: in tal caso occorre segnalare la necessità all’atto dell’iscrizione.
Le lezioni frontali hanno inizio alle ore 8.30.
Informazioni ed iscrizioni a partire dal 16 aprile 2018 sul sito www.epsitalia.net
Per contatti: abruzzo@epsitalia.net
Costi d’iscrizione:
– Corso Cinghiale: € 100,00
– Corso Cervo-Capriolo: € 150,00
– Corso Daino Camoscio: € 250,00
Iscrizione a tutti i corsi: € 450,00

I corsi avranno luogo nelle giornate del 5 e 6, 12 e 13, 19 e 20, 26 e 27  maggio.

Nella giornata del 9 giugno (sabato) si terranno gli esami, consistenti in una prova scritta a quiz a tre risposte e in una prova orale sulle materie: riconoscimento sesso e classe di età da diapositive, filmati e/o video; riconoscimento classe di età su mandibole.
Tutti i partecipanti dovranno superare anche una prova di tiro (arma a canna rigata con cannocchiale da puntamento): 5 tiri (in appoggio sul banco) su sagoma fissa di Capriolo o Camoscio posta a 100 m. L’esame s’intende superato se viene centrata l’area vitale delle sagome – estesa per 15 cm di diametro – con almeno 4 tiri.
I pagamenti dovranno avvenire nella medesima giornata dell’iscrizione con bonifico sul c.c.b. n.: IT86B0311177750000000001855
N.B.: E’ obbligatorio possedere idonea attrezzatura da osservazione. Si dovrà essere in regola, altresì, con copertura assicurativa che garantisce la tutela nel caso di infortuni anche durante corsi di formazione venatoria.

  • foto in apertura di Michele Milani

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.