Calcio serie D: l’Agnone a Matelica spera di ripetere la prestazione dell’andata

Foglia Manzillo e Marinelli sono fiduciosi. Ma contro la vice capolista i granata dovranno fare i conti con assenze pesanti

12 febbraio 2019

 

AGNONE – Ancora una volta a complicare i piani dell’Olympia Agnonese ci si è messo il maltempo. L’ultima nevicata di questa notte (circa 20 centimetri di coltre bianca), ha infatti costretto la rosa di Antonio Foglia Manzillo a svolgere la seduta di rifinitura all’interno del palasport di viale Europa prima della partenza per Matelica. Quello sul rettangolo della vice capolista del girone F, sulla carta, appare un confronto dall’esito scontato, non per il tecnico campano che confida in una prestazione simile a quella della gara di andata. “Nelle ultime cinque partite ho visto una squadra con grande personalità, se saremo in grado di replicare quanto fatto all’andata, non credo che il risultato sia così scontato”. Sulla stessa lunghezza d’onda, Mauro Marinelli, responsabile dell’area tecnica. “Vorrei citare solo un dato, quello che vede l’Olympia aver conquistato in esterno 14 punti contrariamente a quanto fatto in casa (10), speriamo di allungare la striscia anche su un campo notoriamente molto difficile”.

Marchigiani che dalla loro possono contare sul miglior attacco del raggruppamento il quale vanta all’attivo 53 reti di cui 33 realizzati al “San Giovanni Paolo II”. In estrema sintesi ci sarà un gran lavoro per il pacchetto arretrato che vuole cancellare il madornale errore commesso in occasione del pareggio del Francavilla. Così la fame di riscatto dovrà caratterizzare le prestazioni dei vari Cassese, Corbo,  Litterio e Bisceglia che prenderà il posto di Albanese (sospetta contrattura). Tra i pali Maraolo visto che Kuzmanovic è alle prese con un risentimento muscolare.

A metà campo, Foglia Manzillo, in via del tutto precauzionale è intenzionato a non schierare Salifu, anche lui acciaccato, mentre recupera a pieno titolo l’under Araldo che potrebbe prendere la maglia di Diarra. A completare lo schieramento in mediana Peijc, Ricciardi e uno tra Barbato e Gentile. In attesa di recuperare Ancora alle prese con una distorsione alla caviglia, in attacco spazio a Formuso e quel Riberio che cresce a vista d’occhio di domenica in domenica. Il Matelica, reduce dal successo di Avezzano (0-1), insegue la prima della classe Cesena lontana otto lunghezze.  Nel centro in provincia di Macerata il fischio d’inizio (ore 14,30) sarà affidato al signor Mattia Ubaldi di Roma 1 coadiuvato da Manuel Marchese di Pavia e Glauco Zanellati della sezione di Seregno. (FOTO ERIK MOSCUFO)

Gli altri incontri dell’ottava giornata di ritorno: Forlì-Cesena; Francavilla-Castelfidardo; Isernia-Notaresco; Jesina-Pineto; Recanatese-Vastese; Sammaurese-Avezzano; Sangiustese-Giulianova; Santarcangelo-Montegiorgio; Savignanese-Campobasso

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.