Calcio serie D, Agnonese bella ma ingenua: la vittoria sfuma al 93′

Contro il Pineto altalena di emozioni e gol al Civitelle. Granata sul 3-2 al 90', poi la beffa. I risultati degli altri anticipi

AGNONE. L’Agnonese butta alle ortiche due punti e il sorpasso in classifica ai danni del Pineto. L’undici di Pizii sciupa il match point al 93’ e lo fa in superiorità numerica complice l’espulsione di capitan Pepe. I granata si mordono le mani in particolare dopo l’eurogol del sorpasso di D’Ercole arrivato al 90’. Gara dalle forti emozioni e dai tanti gol quella andata in scena nell’anticipo della quindicesima giornata. I padroni di casa privi di Acosta (squalificato) e Barbato (pubalgia), si affidano all’ultimo acquisto Amaya e a Diarra. Le scelte non dispiacciono nonostante è il Pineto a passare all’11’ su calcio di punizione di Acquadro che supera Mejri dal limite dell’area. Neanche il tempo di gustarsi il vantaggio che Diarra (15’) con una precisa inzuccata trova l’angolino giusto per beffare Amadio. Numero uno ospite che si riscatta con i piedi su conclusione di Amaya (19’), mentre sessanta secondi più tardi è Bianciardi a sfiorare il palo. Capovolgimento di fronte (22’) e Nicolao colpisce la traversa. Il match è vissuto tutto d’un fiato con Viscovich che alla mezzora per poco non trova il gol della domenica, pallone di poco dall’incrocio dei pali. Si entra nei minuti finali ed è ancora un calcio piazzato a condannare i ragazzi di Pizii. Dalla bandierina va Acquadro che pesca la testa di Tomassini per l’1-2. Chi pensa già alla ripresa, si sbaglia, perché l’Agnonese prima si vede annullare un gol a Diarra (43’), presunto fallo su un avvesario, poi con Frabotta trova il meritato pareggio (47’). Dopo il the  caldo negli spogliatoi si riparte con un Pineto proteso all’attacco. E ci vuole tutta la bravura di Frabotta per evitare la capitolazione al 71’ quando in rimonta anticipa Bianciardi a tu per tu con l’estremo locale. Gli abruzzesi ci riprovano con Pepe, che prima di farsi espellere per doppia ammonizione, va vicino al nuovo sorpasso ma davanti Mejri s’impappina e calcia debolmente. A questo punto Pizii si gioca la carta Nando D’Ercole che lo ripaga al 90’ con una parabola da spellarsi le mani che termina la sua corsa sotto il sette di un esterrefatto Amadio: 3-2. Al “Civitelle” il pubblico di casa già pregusta la festa finale, ma non fa i conti con Tomassini che al terzo minuto di recupero gela tutti capitalizzando al meglio l’ennesimo calcio piazzato calciato dal Pineto: 3-3 e vigilia dell’Immacolata amara per capitan Pejic e compagni. Domenica prossima si viaggia alla volta di Matelica.

Mauro Marinelli torna allo stadio – La gara contro il Pineto sancisce il ritorno allo stadio del tecnico Mauro Marinelli. L’allenatore dei granata mancava dall’impianto di viale Castelnuovo da diverse settimane e precisamente dalla sfida di Chieti quando subì un malore. 

Il tabellino

Reti: 11’ Acquadro, 15’ Diarra, 42’ Tomassini, 47’ Frabotta, 90’ D’Ercole, 93’ Tommassini

Ol. Agnonese (4-3-3): Mejri 5,5; Diakitè 6 Allegra 6 Frabotta 7 Nicolao 6,5; Viscovich 6 Pejic 6 Diarra 6,5 (75’ Arfaqui 6); Amaya 6 Kone 5 (84’ D’Ercole 7) Minacori 5,5. A disp.: Kuzmanovic, Vogliacco, Ballerini, Tallevi, Perkovic, Amadou, Rullo. All. Pizii

Pineto (4-3-2-1): Amadio 6; Cisse 6 Pepe 6 Orlando 6 Marini 6,5 (92’ Di Gioacchino sv); Bianciardi 6 Camplone 6 Ciarcelluti 6 (82’ Di Renzo sv); Massa  (65’ Sarritzu 6,5) Acquadro 7 (65’ D’Angelo 6); Tomassini 7,5. A disp.: Shiba, Martella, Festa, Palumbo, Pieropaoli. All. Rachini

Arbitro: Silvera di Valdarno

Note: 400 spettatori circa. All’79’ espulso Pepe per doppia ammonizione. Ammoniti: Massa, Pepe, Ciarcelluti, Viscovich. Angoli: 6-2. Recupero: 3’+3

La pagella dell’Olympia

Mejri 5,5 – Tre gol tutti su calci piazzati. Responsabilità sul secondo e terzo gol, non può nulla sul vantaggio di Acquadro.

Diakitè 6 – Il solito cavallo pazzo sulla corsia di destra. Generoso ma non basta per portare a casa la vittoria

Allegra 6 – Ha clienti scomodi con cui fare i conti. Prova a fermarli ma anche lui come il resto del pacchetto arretrato issa bandiera bianca sui calci piazzati

Frabotta 7 – Nel giorno del suo compleanno firma un gol da antologia. Resta in campo nonostante un problema alla spalla, forse nel finale andava sostituito

Nicolao 6,5 – Stakanovista della corsia di sinistra, gioca una quantità industriale di palloni e più volte tenta il cross vincente, ma i compagni non lo seguono

Viscovich 6 – Non dispiace, ma ora che ha fatto capire a tutti di che pasta è fatto, da lui ci si aspetta qualcosa in più

Pejic 6 – Con Viscovich e Diarra regge le sorti del centrocampo. Dai suoi piedi parte il cross dell’1-1, crolla nel finale

Diarra 6,5 – Un gol annullato e uno regolare. Sta tornando ad ottimi livelli. Dal 75’ Arfaqui 6 – E’ alla prima in granata. Entra bene e cerca di dare il suo apporto alla causa

Amaya 6 – Prende il posto dello squalificato Acosta. Si muove bene ma non incide come dovrebbe anche a causa del portiere Amadio che gli nega il gol

Kone 5 – Spento, non il Kone che tutti conoscono. Dall 84’ D’Ercole 7 – Entra e colpisce da cobra, ma il suo veleno non ha effetto complice il 3-3 di Tomassini al 93’

Minacori 5,5 – Come al solito dà l’anima, tuttavia non vede quasi mai la porta

Gli altri anticipi: Chieti-Jesina 3-2; Sangiustese-Campobasso 0-2; Montegiorgio-Tolentino 1-1.

Le gare di domani: Fiuggi-Vastogirardi; Cattolica-Avezzano; Matelica-Vastese; Giulianova-Notaresco; Recanatese-Porto Sant’Elpidio.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.