Cani randagi a Castiglione: rubata la gabbia per le catture, Comune costretto a rimborsarla

L'amministrazione invita chiunque abbia visto o abbia indizi per risalire all'identità dei ladri di comunicarlo ai Carabinieri

19 novembre 2019

CASTIGLIONE MESSER MARINO – Cani randagi a Castiglione: rubata la gabbia per le catture. A darne notizia l’amministrazione comunale, attraverso un comunicato pubblicato sui social. Dopo le continue segnalazioni da parte di cittadini circa la presenza, in paese, di diversi cani randagi, il Comune ha contattato il servizio veterinario della Asl e una ditta che si occupa della cattura dei cani. E quindi in paese è stata installata, a cura della ditta specializzata, una gabbia di cattura, che però qualcuno ha pensato bene di far sparire: rubata, trafugata nel corso della notte. E così il Comune è stato costretto a risarcire la ditta incaricata con la somma di 585 euro, pari al costo della gabbia di cattura appunto. Soldi pubblici, della comunità. E così l’amministrazione, beffata sicuramente da qualcuno del posto, fa appello a «chiunque abbia visto o sia a conoscenza di fatti o indizi che possano portare ad individuare i responsabili del furto» di segnalarli alle autorità competenti, ovvero ai Carabinieri della locale stazione, «affinché simili gesti incivili non si verifichino più nel territorio castiglionese». E oltre al danno, resta da risolvere il problema randagismo.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.