Carovilli, studenti aderiscono a mobilitazione internazionale a difesa del clima

27 settembre 2019

CAROVILLI – Gli studenti della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “Molise Altissimo” di Carovilli, coadiuvati dai docenti, hanno dato vita oggi ad un corteo lungo le vie cittadine per aderire alla mobilitazione internazionale per la difesa del clima, aggregandosi simbolicamente alle oltre centottanta piazze italiane protagoniste questa mattina per tale evento.

Una voce sola per dire che il Pianeta Terra è la nostra unica casa che, a questa generazione giovanile, è stata consegnata in uno stato ambientale gravissimo. Una voce sola per dire che è necessaria un’inversione di comportamenti per tentativo di cercare di ripristinare nei decenni prossimi gli equilibri naturali gravemente alterati.

Il neo ministro del Miur Lorenzo Fioramonti ha invitato il mondo della scuola a vivere i giorni, tra il 20 e il 27 settembre, all’insegna della tematica per la difesa del clima, per rafforzare la consapevolezza, negli studenti e in ognuno di noi, ma soprattutto nei politici e negli organismi istituzionali cui spetta il potere decisionale, che bisogna arrestare l’aumento medio della temperatura che ha causato i disastri climatici che sono sotto gli occhi di tutti.

Il corteo studentesco di Carovilli ha sfilato al canto di “Senza pensieri”, di Fabio Rovazzi, Loredana Bertè e J-Ax, sventolando striscioni e cartelloni ricchi di disegni e i pensieri maturati in queste giornate di riflessione vissute in aula.

Diversi genitori, insieme al parroco don Mario Fangio e alla rappresentante dell’Amministrazione comunale maestra Sandra di Domenico, si sono uniti a questo momento culminato nella piazza principale del paese dove la dirigente scolastica Maria Rosaria Vecchiarelli, insieme ai docenti, ha dato lettura della lettera del ministro sottolineando l’importanza dell’iniziativa che dovrà rendere tutti noi nuovi uomini capaci di amare il mondo come noi stessi nella speranza che tutto ciò servirà ad arrestare le drammatiche conseguenze di cui l’uomo si è reso colpevole.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.