“Casette addò so nate”, a Rodrigo Cieri il premio letterario “Il Trigno”

VASTOGIRARDI – L’Associazione Culturale “Vastogirardi e friends”, in occasione della “Giornata del Ritorno”, appuntamento che si rinnova annualmente dal 2013 e dedicata a tutti gli emigrati vastesi di ieri e di oggi, presenta la Terza edizione del Premio letterario di narrativa e poesia “Il Trigno”. Il premio è nato con lo scopo di valorizzare la produzione letteraria, narrativa e poetica, di autori provenienti dal territorio attraversato dal fiume Trigno, che ha le sue sorgenti nel territorio di Vastogirardi e sfocia nel mare Adriatico nei pressi di Vasto e segna nel suo percorso il confine tra il Molise e l’Abruzzo.

Per l’edizione 2019 i riconoscimenti sono assegnati ai seguenti autori:
Lucio Bucci, nato a Campobasso nel 1948 da genitori di Vastogirardi, vive tra Sardegna, Umbria e Molise, ma sostiene che “è senza casa e senza paese”. E’ stato docente di geografia e autore soprattutto di saggi geografici; è il precursore di un nuovo genere letterario, la fotogeopoesia. Le sue “schegge liriche appartengono alla geografia del nulla”. Nelle sue composizioni si respira aria di nostalgia del passato, personale e storico, meditazione esistenziale, ricerca di un senso, che in raffinate creazioni raccontano ricordi collettivi. E’ membro di giuria in diversi premi letterari locali e nazionali e le sue poesie sono presenti in numerose pubblicazioni.
Rodrigo Cieri, cittadino di Vasto, si divide tra Celenza sul Trigno e Madonna di Canneto, ma affonda le sue radici anche in terra molisana, a Montefalcone del Sannio, da cui proviene sua madre. Inoltre ha anche cominciato il suo percorso formativo in Molise, conseguendo la Maturità al Liceo Classico “Fascitelli” di Isernia. Laureato in lettere all’Università “Gabriele D’Annunzio” di Chieti, ha intrapreso la carriera nel settore educativo, prima come docente per venticinque anni e poi come Dirigente scolastico. E’ stato attivo anche in campo sociale e civico come sindaco e dirigente di ASL e Comunità Montana. La poesia è stata sempre un suo antico amore, esprimendola soprattutto in forma dialettale “come esperienza interiore di raccontare eventi di vita e il passato” e per conservare “la memoria come riscoperta delle proprie radici, legame con i luoghi che hanno fatto di noi quello che siamo”. Per i suoi componimenti ha ricevuto numerosi riconoscimenti in premi e concorsi letterari a livello locale e nazionale raccolti nelle pubblicazioni “Pietre” e nella più recente “Memoria è anima” da cui sono tratti i brani qui presentati.
Maria Pia Beatrice Vinciguerra, di Vastogirardi, di anni 14, ha appena superato l’esame di 3^ Media e si è iscritta al Liceo di Scienze Umane a Isernia. Appassionata fin da piccola di ogni forma d’arte, mostra una spiccata preferenza per la pittura, la musica – suona la chitarra classica e acustica e il pianoforte con predilezione per Schumann e Beethoven – e la poesia. Scrive componimenti poetici dall’età di nove anni, traendo ispirazione dall’osservazione della natura e della realtà e dai sentimenti più profondi dell’animo umano. Ha vinto vari premi scolastici e ad aprile 2019 si è aggiudicata la prima edizione del Premio letterario Mazzocco.

PROGRAMMA DELLA SERATA
Lettura di poesie degli autori premiati,
con accompagnamento musicale e premiazione

Maria Pia Beatrice Vinciguerra (consegnano il premio la maestra Livia Boccadamo e il Presidente dell’associazione Pro-Loco di Vastogirardi, Franco Sabelli )
Poesie presentate
Emozioni autunnali
Il riflesso
(Lette da Mariantonia Di Benedetto)

Lucio Bucci (consegna il premio il Delegato alla Cultura dell’Amministrazione Comunale di Vastogirardi, ing. Claudio Iannone)
Poesie presentate
Il Trigno
Vastogirardi paese del silenzio
(Lette da Ermanno Salvatore)
Due novembre (Letta da Valerio La Rosa)

Rodrigo Cieri (consegna premio e introduzione a cura di Mario Antenucci)
Poesie presentate (in dialetto con traduzione in italiano)
Casette addò so nate
Lu Trigne
Ettorine Baffone
La querele
(Lette da Lorenzo Amicone ad eccezione della traduzione in italiano di “Ettorine baffone”, letta da Maria Rosaria Tortola)

I testi delle poesie presentate sono disponibili sul sito dell’Associazione
www.vastogirardiefriends.it, e nella pubblicazione:
“Memoria è anima” di R. Cieri, Campobasso 2017

L’accompagnamento musicale è a cura del Maestro Antonio Di Benedetto

 

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.