Il ciclo dell’acqua tra scienza, storia e poesia: l’approfondimento degli alunni di Mafalda

MAFALDA – In occasione dell’imminente chiusura dell’anno scolastico, i ragazzi delle scuole elementari di Mafalda hanno realizzato, grazie alla preziosa collaborazione dei loro insegnanti, un’unità didattica di apprendimento incentrata sulla tematica dell’acqua.

«Come potete notare dai bellissimi cartelloni riportati in foto, – spiegano gli insegnanti – i nostri ragazzi hanno delineato una mappa geo-storica della diffusione del servizio idrico, arricchendola con gli aneddoti di paesi limitrofi al nostro, come Lentella, presso cui si sono recati in uscita accompagnata. Altri studenti hanno selezionato le poesie più belle sull’acqua, molte delle quali in dialetto, mentre altri ne hanno sottolineato l’importanza fondamentale per la vita del nostro pianeta attraverso slogan contro l’ inquinamento e lo spreco di questo bene prezioso. Non sono mancati i lavoretti artistici a cui sono state apportate le designazioni in lingua inglese dei vari elementi che costituiscono il complesso mondo idrico (mari, precipitazioni, laghi, fiumi)».

L’ Amministrazione Comunale di Mafalda «si congratula per la bellissima iniziativa e per l’egregia sinergia tra insegnanti e alunni, grazie alla quale si sono potuti elaborare dei progetti lodevoli, in cui arte e cultura avvalorano la sensibilizzazione alle tematiche ambientali e alla trasmissione delle tradizioni del nostro territorio. Apprezziamo soddisfatti anche l’ iniziativa “educazione alla legalità”, con la quale gli insegnanti e gli studenti, con la collaborazione dei nostri volontari del Servizio civile, attraverso disegni e percorsi multidisciplinari hanno commemorato gli eventi più salienti della storia della nostra Repubblica. L’ Amministrazione Comunale, molto entusiasta del massimo profitto con cui si è concluso questo primo anno nel nuovo plesso scolastico, augura agli insegnanti, ai ragazzi e alle loro famiglie di trascorrere nel modo più sereno le meritate vacanze estive, per tornare a settembre con maggior carica e determinazione».

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.