Cinghiali e lupi, la tv di Stato spara a zero sui cacciatori

Cinghiali e lupi, la tv di Stato spara a zero sui cacciatori.

Un’intera puntata di “Indovina chi viene dopo cena” dedicata a denigrare la categoria dei cacciatori.

«La terza puntata di “Indovina chi viene dopo cena” è dedicata alla caccia. Moltissime specie protette sono minacciate di estinzione in ogni angolo della Terra. Questa volta si vede, più da vicino, come predatori e prede siano costretti a un precario equilibrio anche qui in Italia, minacciati dalla caccia, dal bracconaggio e dalla riduzione del loro habitat naturale. Lupi, cinghiali, orsi marsicani, orsi bruni, sono davvero così cattivi e aggressivi? Sono protetti oppure la specie protetta è quella dei cacciatori? Una denuncia sulla gestione della caccia e del patrimonio faunistico italiano. Che pene hanno i cacciatori se uccidono un orso? Quali controlli ci sono sulla selvaggina? Dati alla mano, perché il tempo delle fiabe è terminato. La puntata inizia con una storia di reciproca assistenza psicologica tra uomini e lupi traumatizzati raccolta in un centro di recupero per lupi in California» queste le parole della stessa redazione del programma di Rai Tre che lanciano la puntata anti-caccia.

E nel video la parola più citata è «illegale».

GUARDA IL VIDEO QUI

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.