Cinghiali in paese: il sindaco chiude le scuole e chiede l’intervento dei cacciatori

Niente lezioni ieri a Mondaino, nel Riminese, e il caso già fa discutere

18 novembre 2018

ANSA – Niente lezioni ieri a Mondaino, nel Riminese, causa cattura di cinghiali. Lo ha deciso il sindaco del comune romagnolo che, con una ordinanza, ha stabilito la chiusura per l’istituto comprensivo cittadino e le zone limitrofe dalle 8 alle 17, così da permettere la cattura o l’abbattimento di cinghiali selvatici “a tutela della pubblica e privata incolumità”.
La presa di posizione è legata al fatto, si legge nell’ordinanza, che “negli ultimi mesi si sono moltiplicate le segnalazioni relative alla presenza di cinghiali sia in zone limitrofe al centro abitato sia nelle aree di campagna, con avvistamenti anche nelle zone adiacenti l’Istituto Scolastico Comprensivo”. Tanto da autorizzare una battuta da parte della Squadra di braccata ‘Solengo della Valconca‘.
Cosa che non è piaciuta all’associazione ambientalista ‘Basta Delfinari‘. Si chiudono “le scuole – scrive sulla sua pagina Fb – per far posto a un’azione armata a ridosso del paese, completamente inutile e controproducente”.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.