Comunità montane soppresse, ma i Comuni continuano a pagare le quote associative

Il consigliere regionale del M5S, Fabio De Chirico, ha presentato una mozione che impegna il presidente Toma

«La mozione a mia prima firma impegna il presidente Toma a fare tutto quanto in suo potere per risolvere, in generale, le problematiche relative alla contribuzione associativa a favore delle gestioni straordinarie delle soppresse Comunità montane. I Comuni infatti – spiega il consigliere regionale del M5S,  Fabio De Chirico – da troppi anni continuano a pagare quote associative nonostante non gli venga più garantito alcun servizio in forma associata. Il funzionamento delle Comunità montane non ha più carattere di ordinarietà e quindi è doveroso salvaguardare i Comuni dal pagamento di un contributo vessatorio e illogico. Ma soprattutto – conclude il portavoce M5S – grazie a questa mozione, Toma dovrà assicurare la conclusione delle liquidazioni delle Comunità montane, avviata nel lontano 2011, entro e non oltre il 31 dicembre 2019».

 

 

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.