Coronavirus: voli militari per il rientro degli italiani rimasti bloccati a Wuhan

Il KC767A in dotazione al 14º Stormo dell’Aeronautica Militare sta effettuando il rimpatrio

Il KC767A in dotazione al 14º Stormo dell’Aeronautica Militare, e messo a disposizione dal Comando Operativo di Vertice Interforze, è partito  da Pratica di Mare in direzione Wuhan. A bordo 10 membri dell’equipaggio, di cui 4 piloti, e un team sanitario di 6 persone di cui 4 militari con personale specializzato dell’Ospedale Spallanzani INMI di Roma.
Riporteranno in Italia i nostri connazionali rimasti bloccati nell’epicentro dell’epidemia di Coronavirus.
A Pratica di Mare, sono state già allestite le strutture campali di sicurezza, messe a disposizione dal 3° Stormo di Villafranca, dove i connazionali saranno visitati prima di essere poi trasportati presso il Centro Olimpico dell’Esercito Italiano, presso la città militare della Cecchignola, dove saranno sottoposti ad un periodo di osservazione.
L’organizzazione dell’intero dispositivo è stata resa possibile grazie alla stretta collaborazione tra Ministero della Difesa, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionalee Ministero della Salute. Le Forze Armate sono sempre pronte ad offrire il loro qualificato contributo di fronte alle emergenze.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.