Crolla il numero degli utenti, tagliati i servizi di trasporto nell’Alto Vastese

L’ingegner Giuseppe Silvestri ha comunicato un piano di riordino sollecitato dalla Regione Abruzzo alle Autolinee Cerella

12 settembre 2019

TORREBRUNA – Nei giorni scorsi, presso la sede dell’ex Comunità montana, si è tenuta una conferenza dei Sindaci dell’Alto Vastese dei Comuni di Torrebruna, Celenza sul Trigno, Carunchio, San Giovanni Lipioni, Castelguidone, Schiavi di Abruzzo, Castiglione Messer Marino, Fraine, Roccaspinalveti, ricompresi nella Strategia Aree Interne Basso Sangro Trigno, alla presenza del Consigliere della Regione Abruzzo Sabrina Bocchino, e dell’Ing. Giuseppe Silvestri direttore tecnico delle Autolinee Cerella.
L’incontro, sollecitato dai sindaci, che già nella stesura della Strategia d’area avevano sottolineato «le forti difficoltà che attraversa il servizio del Trasporto Pubblico Locale all’interno dell’ area dell’Alto Vastese, legate soprattutto al numero sempre più esiguo dell’utenza che si riflette soprattutto nell’aspetto economico per il mantenimento dei servizi stessi, e sia dalle condizioni precarie delle strade percorse».
Nella stessa riunione l’ingegner Giuseppe Silvestri ha comunicato un piano di riordino sollecitato dalla Regione Abruzzo alle Autolinee Cerella per ottimizzare al meglio i servizi esistenti, prevedendo lo spostamento di alcuni capolinea salvaguardando una pluralità di servizi anche nelle ore pomeridiane, l’accorpamento di linee legate alla razionalizzazione dei numeri dell’utenza trasportata.
I sindaci hanno chiesto «di essere messi a conoscenza nei dettagli delle variazioni previste, soprattutto non sono disponibili a chiedere ulteriori sacrifici alla cittadinanza che utilizza questi servizi, rilanciando la sottoscrizione di un documento condiviso che chiede alla Regione Abruzzo il reperimento di altre somme per la manutenzione della rete viaria dell’Alto Vastese».
Pur considerando che «a giorni», secondo i sindaci, verranno realizzati gli asfalti previsti dal Masterplan, si richiede «urgentemente un piano per la sistemazione delle diverse frane che rendono le nostre strade poco sicure e a rischio chiusura».
Si richiede inoltre, da parte degli amministratori locali, «l’innalzamento della percentuale di sconto sugli abbonamenti degli studenti dal 10% al 50% per dare subito un segnale di vicinanza alle nostre Comunità e alla sua popolazione studentesca, che insieme agli operai pendolari, pagano i maggiori disagi e costi aggiuntivi per dei diritti sanciti dalla nostra Costituzione e quindi da rendere disponibili a tutti a pari condizioni e dignità».
«I sindaci ringraziano la presenza del consigliere regionale Sabrina Bocchino componente dell’ufficio di Presidenza della nostra Regione, – si legge in una nota – convinta sostenitrice dell’attivazione di politiche di fiscalità di vantaggio nelle aree Interne, che già si è spesa nei giorni scorsi per prorogare nell’area del medio Vastese la riduzione sugli abbonamenti degli studenti. Ricordando che i nostri Comuni dell’Alto Vastese usufruiscono dello sconto del 10% come azione prevista dalle attività messa in campo dalla Strategia Aree Interne Basso Sangro Trigno per la durata di tre annualità».

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.