Emergenza cinghiali, in Abruzzo si prova con i droni e i recinti di cattura nelle aree protette

E' la proposta sperimentale messa in campo dalla riserva naturale regionale Lago di Penne in Abruzzo

L’Anci Abruzzo, associazione dei Comuni, propone un seminario formativo per l’utilizzo dei recinti di cattura per la riduzione delle popolazioni di cinghiale. L’appuntamento è a Penne, presso la riserva naturale regionale Lago di Penne, nei giorni del 31 maggio e primo giugno.

Questo che segue il programma: 

Venerdi 31 maggio 2019 Ore 16:00 – Attivazione del recinto sperimentale di cattura nella Riserva Lago di Penne (monitoraggio e cattura dei cinghiali. Controllo del terrirorio con droni Mavic pro autorizzati Enac e speciali telecamere Ip, per il controllo in diretta del recinto di cattura) Sabato 1 Giugno 2019 Ore 8:00 – Controllo sanitario degli animali catturati a cura del Servizio Veterinario della Asl Trasferimento dei cinghiali catturati nell’impianto Eurocash di Avezzano Ore 10:00 – incontro tecnico sui risultati ottenuti durante il primo giorno di cattura, proiezione video prodotto dalla Coop L’Arca, illustrazione delle tecniche avviate per la gestione dei recinti di cattura.

Interverranno Nunzio Campitelli, Assessore all’ambiente del Comune di Penne, che presenterà il regolamento comunale per l’affidamento del recinto di cattura nella Riserva Regionale Lago di Penne; Fernando Di Fabrizio, Direttore della Riserva Regionale Lago di Penne, che parlerà del monitoraggio dei vertebrati nella riserva naturale Lago di Penne, metodi sulla raccolta dati per il censimento della popolazione dei Cinghiali;  Osvaldo Locasciulli, Responsabile scientifico del WWF per la Riserva di Penne, che tratterà il tema dele autorizzazioni ISPRA per l’attivazione dei recinti di cattura nelle aree protette; Igino Chiuchiarelli, Commissario Parco Regionale Sirente Velino, illustrerà le catture avviate nel Parco, problemi e prospettive; Francesco D’Amore, Sindaco di Fagnano, Presidente Comunità Parco Sirente Velino, ipotizzerà la cattura dei cinghiali nelle aree urbane; Massimiliano Monetti, Presidente Confcooperative Abruzzo, tratterà il tema dele cooperative di Comunità per lo sviluppo sostenibile delle aree interne; Piercarlo Di Gianbattista, Presidente coop Daphne, che invece toccherà il tema dal titolo “Dal problema Cinghiale, una risorsa economica per le comunità locali”;  Andrea Di Cintio, Euro-Cash srl, illustrerà la filiera delle carni del cinghiale in Abruzzo, cioè come l’emergenza diventa una risorsa; Anna Bosco, Assessore all’agricoltura del Comune di Vasto, sul tema delle azioni per la gestione del cinghiale nella Riserva di Punta Aderci; Franco Recchia, Responsabile Ufficio Coordinamento e gestione del prelievo venatorio ed implementazione dell’Osservatorio Faunistico Regionale, toccherà il delicato discorso della situazione attuale della popolazione dei cinghiali in Abruzzo; Patrizio Schiazza, Ambiente e/è Vita, affronterà la gestione in rete delle riserve naturali per il controllo e la riduzione della popolazione dei cinghiali; Andrea Natale, Istituto Abruzzese Aree Protette, illustrerà il documento programmatico per la gestione del Cinghiale nelle Oasi del WWF; Roberto Di Muzio, Responsabile ufficio STA di Penne Regione Abruzzo, sul tema dei danni causati dai cinghiali all’agricoltura dell’area vestina; Luciano Lapenna, Presidente Anci Abruzzo, si soffermerà sui problemi causati dalla presenza dei cinghiali nei comuni d’Abruzzo.  Le conclusioni saranno affidate a Emanuele Imprudente, Assessore Ambiente, Agricoltura, Caccia, Parchi e Riserve, Regione Abruzzo.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.