Emergenza urgenza e medici specialisti, le richieste de “Il cittadino c’è” ai commissari alla Sanità

AGNONE – Ieri mattina, come comitato civico “Il cittadino c’è”, siamo stati ricevuti dai commissari alla Sanità.
«All’incontro erano presenti: generale Angelo Giustini, la dottoressa Ida Grossi, Filippo Patriarca, Antonio Leonelli, Maria Ruberto, Enrica Sciullo e a noi si è unito il consigliere regionale Andrea Greco. – si legge in una nota del comitato civico che si batte per la salvaguardia dell’ospedale “Caracciolo” – I commissari, da poco insediati, nonostante tutti i problemi sollevati, sono stati disponibili all’ascolto e soprattutto a lavorare alla soluzione dei problemi di questa regione. Ai Commissari abbiamo esposto le problematiche sanitarie specifiche sia del nostro territorio che comuni a tutta la regione. E’ stata posta particolare attenzione al miglioramento della rete dell’emergenza e alla necessità impellente di reperire medici specialisti per garantire tutti i servizi sanitari necessari in regione. Il sistema senza correttivi urgenti imploderà su se stesso.
Abbiamo una chance, è importante coglierla visto il grave momento di crisi che la sanità regionale sta vivendo. Ci auguriamo uno sforzo da parte di tutti, politici e tecnici, per uscire da quest’empasse che sta distruggendo tutto il sistema sanitario pubblico regionale. Il tempo che passa non gioca a nostro favore anzi mette ulteriormente a repentaglio la salute di tutti noi».

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.