Finanza, Vito Gamberale resta nelle infrastrutture

Il manager agnonese nominato presidente del gruppo Psc

21 novembre 2014

ROMA. Il manager molisano, Vito Alfonso Gamberale resta nelle infrastrutture. Neppure il tempo di lasciare F2i e Vito Gamberale riparte. Sempre dalle infrastrutture. Il 14 ottobre scorso, solo pochi giorni dopo la sua uscita dal fondo, il manager è stato nominato presidente del gruppo Psc, leader italiano nell’impiantistica tecnologica di edifici, ferrovie, autostrade e metropolitane. Psc, come riportato da Radiocor, è controllato in modo totalitario dalla famiglia Pesce (alla quale Gamberale è legato da una conoscenza di lungo corso) e ha chiuso il 2013 con un fatturato di 43 milioni e un utile di oltre 13 milioni. Tra i suoi principali clienti ci sono molti ministeri, Banca d’Italia,  Astaldi, Salini-Impregilo, Poste, Acea e Anas. Ora l’obiettivo della società è rafforzarsi all’estero. E Gamberale alla presidenza potrebbe essere un buon biglietto da visita.

 

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.