Folklore, Agnone diventa l’ombelico d’Italia con il Festival delle regioni (foto)

L’appuntamento è per domenica 13 agosto. Verdile e De Martino: “E’ solo il primo passo di un evento che crescerà negli anni”

AGNONE – Le regioni del centro sud Italia si danno appuntamento ad Agnone per il I Festival del folklore delle regioni che andrà in scena domenica 13 agosto in occasione della Notte Bianca. L’iniziativa fortemente voluta dal Cenacolo Culturale Camillo Carlomagno è stata sposata da vari sponsor (Antenore Energia, Labbate&Mazziotta, Caseificio Di Nucci, La Ramera, Caseificio Di Pasquo),  dal Comune altomolisano e dalla Fitp (Federazione italiana tradizioni popolari).

I gruppi provengono da Lazio (Vallemaio), Abruzzo (Corale Sirente), Campania (Fontanavecchia) e Puglia (Città di Palagianello). A fare gli onori di casa naturalmente il Gruppo Folklorico Agnone di rientro dalla tournée svolta in Sardegna. Il ritrovo dei cinque sodalizi ci sarà alle ore 18,30 in piazza Unità d’Italia, seguirà la sfilata lungo le principali strade cittadine, mentre il clou della serata è atteso in largo Sabelli con l’esibizione prevista alle ore 21,30.

“C’è grande attesa in città per un evento pronto ad esaltare le tradizioni, le musiche, gli usi e costumi di un’Italia che nel nome del folclore intende e vuole accomunare” il commento di Pino Verdile e Giuseppe De Martino, responsabili del Gruppo Folklorico Agnone e promotori della manifestazione. “E’ questo – hanno spiegato ancora De Martino e Verdile –  un primo passo di quello che, nei prossimi anni, dovrà portare Agnone ad essere la capitale italiana del folclore con la presenza delle venti regioni dello stivale. L’impresa è ardua – hanno concluso – ma è quanto ci prefiggiamo di raggiungere”.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.