“Generazione part-time”, Sergio Mancini fotografa l’Italia dei quarantenni in cerca di una identità

Il libro-romanzo del giornalista di Radio Delta 1 e Telemax, sarà presentato domenica 13 ottobre al Caffè Letterario di Pescara  

ATESSA. E’ la condizione in cui vivono tanti quarantenni che oggi giorno fanno i conti con una posizione lavorativa instabile. Appunto è la  “Generazione part – time” che Sergio Mancini, validissimo collega di Radio Delta 1 e Telemax, ha inteso raccontare nel suo secondo romanzo che presenterà domenica 13 ottobre a partire dalle ore 17,00 al Caffè Letterario di Pescara in via delle Caserme, 62. Edito da Masciulli Edizioni, “Generazione part-time” racchiude sprazzi di ieri e di oggi e del passaggio alla nuova generazione. “E’ la storia di un quarantenne – sottolinea l’autore che si cala nei panni del protagonista – che vive una realtà part-time nel lavoro, negli affetti e nei rapporti sociali, ma anche nei pensieri e aspirazioni che cerca la sua identità nell’era del web , dei ritmi frenetici ma paradossalmente, dilatati. Una strada in salita dove l’importante – rimarca Mancini – è non perdere mai la speranza”.  La prefazione del libro è stata affidata a Germano D’Aurelio, in arte ‘Nduccio. Al Caffè Letterario di Pescara oltre che all’autore, saranno presenti l’editore Alessio Masciulli e la giornalista Annamaria Orfeo moderatrice dell’incontro.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.