Inventa un pestaggio dando la colpa ai profughi, giovane molisano smascherato dai Carabinieri

In realtà il 21enne ha dilapidato la somma in denaro al gioco e ha poi inventato una storia per giustificarsi con i genitori

Aggressione in pieno centro in danno di un 21enne.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Isernia, a seguito della denuncia di rapina perpetrata nella prima serata di ieri, in una strada del centro cittadino, in danno di un giovane del luogo, hanno immediatamente avviato, sin dalla stessa serata, le conseguenti indagini, tese ad individuare i responsabili.
I militari hanno controllato i centri di accoglienza della città allo scopo di raccogliere elementi di prova a carico degli ignoti malfattori ed eventualmente recuperare il portafogli contenente il denaro sottratto al giovane.
Le risultanze dell’attività svolta hanno permesso di escludere la responsabilità dei cittadini extracomunitari, come invece in un primo momento era stato rappresentato dalla presunta vittima.
Le modalità indicate dall’interessato non hanno trovato corrispondenza con gli elementi raccolti dagli investigatori che, approfondendo le indagini, hanno appurato che il giovane per giustificare ai familiari di aver dilapidato al gioco una somma di denaro, riferiva di aver subito un’aggressione che in realtà non si è mai verificata, procurandosi delle autolesioni.
Le risultanze saranno rimesse alla valutazione della locale Procura della Repubblica che coordina le indagini.
Continua incessante l’attività di controllo del territorio predisposta dal Comando Provinciale pentro sulla intera provincia.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.