La tecnologia è troppo importante per essere lasciata agli uomini

La settimana del RosaDigitale: un'occasione per riflettere sul divario di genere in ambito tecnologico ed informatico

Petali rosa -Digitaldonna
L’ITE di Gissi e l’ITE di Casalbordino, la settimana dal 2 al 12 marzo hanno aderito, attraverso l’iscrizione in piattaforma, alla iniziativa di eventi chiamati “petali rosa” dedicati al mondo femminile impegnato in ambito tecnologico ed informatico.
Nella mattinata del 6 marzo gli studenti dell’Istituto Tecnico “G.Spataro”di Gissi e di Casalbordino hanno partecipato ad una Video-Conference, in collegamento Skype con la Dott.ssa Monica Di Pillo, della Confindustria Chieti-Pescara, giornalista della rivista ”La Dolce Vita”. La giornalista ha trattato il tema dell’evoluzione del giornalismo dal tradizionale al digitale. Si è soffermata sui passaggi e le fasi dell’attività di giornalista, evidenziando alcune difficoltà del percorso superate grazie all’ interesse e all’impegno nei confronti della sua professione. Ha esortato dunque i ragazzi ad applicarsi nello studio con determinazione e passione.
L’ Evento ha rappresentato un’occasione per riflettere sul divario di genere in ambito tecnologico ed informatico, nonché ha promosso iniziative rivolte a difendere le pari opportunità.
La settimana del RosaDigitale va vissuta come un momento di riflessione e condivisione di problematiche inerenti il mondo femminile che deve ancora lottare per raggiungere conquiste e incarichi di rilievo, purtroppo ancora appannaggio degli uomini.
Bisogna combattere lo stereotipo e abbattere le disuguaglianze di genere, attraverso la condivisione e divulgazione di messaggi di consapevolezza dei diritti delle donne.
A conclusione dell’intervento della giornalista le ragazze hanno posto delle domande per cercare di comprendere al meglio quali sono le reali opportunità e differenze per le donne in campo lavorativo e quali sono effettivamente le problematiche che di solito emergono nei vari settori.
La riflessione è continuata poi nelle classi dove i ragazzi e le ragazze, utilizzando dei link, hanno visto video-documentari su alcune grandi esponenti donne che hanno lottato e che si stanno battendo ancora per emergere nei vari settori, in particolare quello tecnologico- informatico. Lo scopo è quello di favorire e promuovere il bene della società, attraverso il confronto e la condivisione di idee.
Bisognerebbe fornire a tutti pari opportunità di carriera e di soddisfazione personale, senza ostacolare nessuno, partendo dalla famiglia e dalla scuola, lottando contro ogni tipo di pregiudizio.
Con la speranza che si possa tenere sempre a mente il messaggio che pronunciò Neelie Kroes, ex Commissario europeo per l’agenda digitale, qualche tempo fa: “La tecnologia è troppo importante per essere lasciata agli uomini”.

ITE Gissi La Redazione

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.