#Libriamoci, la promessa degli alunni di Castiglione all’Eco: «Chiudiamo tablet e telefonini, apriamo libri, fumetti e giornali»

La lettera di ringraziamento alla redazione dopo l'incontro sul giornalismo di ieri mattina in classe IV

14 novembre 2019

CASTIGLIONE MESSER MARINO – Pubblichiamo, di seguito, la lettera inviata alla nostra redazione dagli alunni della classe quarta di Castiglione Messer Marino.

Un ringraziamento speciale rivolgiamo al capo redattore Francesco Bottone e al direttore Maurizio D’Ottavio dell’Eco dell’Alto Molise per aver accolto il nostro invito a venire in classe in occasione della settimana dedicata alla lettura. Un affettuoso saluto è per la nostra dirigente scolastica Anna Paolella che ci ha permesso di avere questo incontro.
Il primo pensiero di questa mattina a scuola è andato a voi giornalisti che ci avete regalato un momento magico a scuola mettendovi a disposizione per rispondere alle nostre domande e curiosità. Abbiamo capito chiaramente, dalle vostre parole, che siete appassionati di scrittura e di lettura e che questa passione vi ha portato a raccontare il nostro territorio e a farlo conoscere a tutti noi. Quanti segreti ci avete svelato!
Abbiamo capito che le notizie arrivano a noi in tempo reale perché avete delle fonti importanti, ufficiali e non: carabinieri, vigili del fuoco e anche amici; tenete alla riservatezza delle fonti e non le svelate a nessuno. Ora sappiamo che quando leggiamo una notizia è oggettiva perché prima di scriverla verificate che sia vera e attendibile. Sappiamo però anche che le informazioni che ci date a volte dipendono anche dal punto di vista del giornalista, per esempio riguardo alla politica, ma non ai fatti di cronaca.
I vostri articoli sono chiari, semplici perché devono arrivare a tutti: ai laureati, ai giovani, agli anziani, alle mamme e ai papà.
Siamo molto contenti per la risposta che ci avete dato quando una nostra compagna ha chiesto: «Perché sui giornali non si dà voce a noi bambini, noi forse vediamo le cose in maniera diversa e per questo potremmo dare qualche suggerimento a voi grandi». Avete subito accolto la proposta di creare uno spazio periodico sulla testata dell’Eco per permettere a noi ragazzi di raccontare la nostra vita scolastica e di paese. Concludiamo il nostro articolo comunicando a voi e alle nostre famiglie che ci sforzeremo di spegnere tablet e telefonini; leggeremo spesso libri, fumetti, giornali e ci ritroveremo insieme a giocare perché i veri amici non sono quelli virtuali!
Grazie a voi giornalisti.

Gli alunni della classe quarta di Castiglione Messer Marino

  • nella foto di apertura i giornalisti dell’Eco visti dagli alunni di IV

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.