Maltrattamenti in famiglia e detenzione abusiva di armi, molisano in carcere

I Carabinieri della Stazione di Ripabottoni hanno tratto in arresto un 68enne, pregiudicato di Morrone del Sannio, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Campobasso che ha sostituito la misura dell’affidamento in prova al servizio sociale con la detenzione in Carcere.
L’uomo, arrestato dai Carabinieri di Casacalenda l’11 marzo del 2015 per maltrattamenti in famiglia e detenzione abusiva di armi, era stato condannato dal Tribunale di Larino, per la detenzione delle armi, a due anni e tre mesi di reclusione e, poi, aveva ottenuto l’affidamento in prova ai servizi sociali per scontare, fino a luglio 2019, la pena.
Durante l’affidamento l’uomo non ha rispettato le prescrizioni che gli erano state imposte, pertanto il Tribunale di Sorveglianza gli ha revocato il beneficio e lo ha sostituito con quello più afflittivo della detenzione in Carcere.
A seguito di ciò i Carabinieri di Ribabottoni, questa mattina, si sono portati presso la sua abitazione e lo hanno tratto in arresto, poi, dopo le formalità di rito, lo hanno tradotto presso la Casa Circondariale di Larino, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria alla quale sono stati inviati gli atti per gli adempimenti consequenziali.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.