Musica, teatro e Costituzione: l’istituto “D’Agnillo” chiude l’anno con numerosi eventi

Ecco l'intero programma. Inoltre sarà rinsaldato il gemellaggio con la scuola di Cepagatti. La dirigente Camperchioli: "Orgogliosa del lavoro fatto da alunni e copro docente"

AGNONE – L’Istituto Omnicomprensivo “G.N. D’Agnillo” chiude l’anno scolastico con numerosi appuntamenti che spazieranno dai concerti della sezione musicale a spettacoli teatrali, fino alla celebrazione della Costituzione.

Il 17 maggio giungerà ad Agnone la scuola secondaria di primo grado di Cepagatti, sezione musicale, per il secondo atto del gemellaggio tra le due scuole, patrocinato dal Comune di Agnone e di Cepagatti nell’ambito del progetto “Abitare i luoghi”, diretto da Orazio di Stefano dell’Associazione “RicerAzione”. Il 27 aprile l’orchestra della D’Agnillo è stata ospite della Scuola e del Comune di Cepagatti con la dirigente Tonina Camperchioli e l’amministrazione comunale di Agnone. In quell’occasione è stato stipulato un atto di gemellaggio tra scuole e comuni, per la condivisione di attività ed esperienze didattiche.

La scolaresca di Cepagatti con la dirigente scolastica e la rappresentanza dell’amministrazione comunale del Comune di Cepagatti , dopo i saluti istituzionali che si terranno alle ore 10.30 circa presso l’aula magna dell’Istituto tecnico, in cui verranno accolti dalla dirigente scolastica Tonina Camperchioli, dal sindaco di Agnone, Lorenzo Marcovecchio, dal minisindaco Francesco Fantilli, avrà modo di visitare la fonderia delle campane e il centro storico di Agnone guidati dagli alunni della scuola secondaria di primo grado del progetto “Alunni Cicerone”. Gli alunni  dell’Alberghiero, guidati dai docenti,  cureranno il pranzo per gli alunni e per le autorità presenti, e il servizio sala ed accoglienza.  Alle ore 17,30 presso il teatro Italo Argentino il grande concerto delle orchestre musicali delle scuole di Agnone e Cepagatti.

“Un notevole lavoro organizzativo che corona un’esperienza formativa di notevole importanza per alunni e docenti” commenta la dirigente Camperchioli. “Devo ringraziare  l’amministrazione comunale – prosegue – che prontamente ha risposto alle nostre richieste, ma soprattutto lo staff che mi affianca e il direttore dei servizi generali e amministrativi, Maria Rosaria Marcovecchio, che come me  crede nel lavoro di squadra e nell’importanza di iniziative come questa”.

Altro appuntamento di notevole interesse sarà la manifestazione “Vivo la Costituzione”, il 26 maggio presso l’aula magna dell’Istituto tecnico, dalle ore 9,30, punto di arrivo di un lungo percorso didattico che gli alunni di tutti gli ordini di scuola hanno effettuato con i loro docenti, per conoscere la nostra Costituzione che compie settant’anni. La Costituzione sarà la protagonista dello spettacolo teatrale delle classi I e V A della primaria Marinelli e delle classi III-IV e V della primaria S. Marco, nell’ambito del progetto “Aree a Rischio” curato dalla docente Anna Bina Cerbaso, coadiuvata dalle docenti Gabriella Del Castello, Stefania Paradiso, Fiorina Totaro, Valentina Antonelli, Rita Cappello, Sofia Conte, che si terrà il 7 giugno alle ore 18.00, presso l’aula magna della primaria Marinelli.

Il 7 giugno l’orchestra musicale della scuola secondaria di primo grado, si esibirà nel concerto di fine anno, con il coro degli alunni delle classi IV e V delle scuole primarie di tutti i plessi, presso il teatro Italo Argentino.

Il 9 giugno presso il teatro Italo Argentino l’ormai canonico appuntamento con lo spettacolo teatrale del progetto curato dalla professoressa Anna Ferrara.

Anche i bimbi di cinque anni il 15 giugno saranno protagonisti di uno spettacolo teatrale dal titolo “Aggiungi un posto a tavola”, frutto di un progetto annuale sull’alimentazione.

“Le manifestazione di fine anno sono la testimonianza tangibile dell’ottimo lavoro del corpo docente di tutti gli ordini, che, in una realtà complessa come quella dell’Omnicomprensivo, costruiscono giorno per giorno con il confronto, le progettualità condivise  e le sperimentazioni didattiche innovative, uno stimolante curricolo verticale indirizzato alla formazione di cittadini attivi e responsabili: la scuola esce dalla aule per incontrare il territorio e diventarne parte attiva e costruttiva” conclude la dirigente Camperchioli.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.