Nessun Parli… musica e arte oltre la parola

23 novembre 2017

Emozioni, vibrazioni, sono alcuni dei sentimenti che gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado dell’Istituto Omnicomprensivo “G.Spataro” di Gissi, hanno provato nel  partecipare, il 22 novembre,  all’iniziativa nazionale “Nessun Parli…musica e arte oltre la parola”, promossa dal MIUR in collaborazione con il Comitato Nazionale per l’apprendimento pratico della musica. Pratiche musicali ed esperienze emotive sembrano quindi un binomio inscindibile.  L’evento ha coinvolto alunni, genitori, associazioni, agenzie educative del territorio.
A partire dalle ore 08:30 e fino alle ore 13:00, nei diversi plessi dell’Istituto si sono attivati i laboratori di: Musica e Movimento, Arte e Immagine, Manipolativi, Scrittura creativa e Poesia, Canto e karaoke, Canto lirico e Melodramma, Musicale, Music exp: espressione ed esperienze.
Si sono susseguiti momenti artistici e musicali creati dai ragazzi, musica e danza, con performance multidisciplinari, video e installazioni artistiche, improvvisazioni musicali, nonché letture poetiche e letterarie, attività di scrittura creativa, di arte; sono stati coinvolti soggetti interni ed esterni alla scuola, che hanno interagito con gli alunni tramite loro interpretazioni e “coinvolgimenti sonori”.
Testimonial della giornata: il violinista Mancini Domenico che, suonando una musica di Vivaldi, ha coinvolto ed emozionato i ragazzi nel laboratorio artistico; il gruppo Rapper Bad-Soulz, composto da ex-alunni dell’istituto.
Le attività sono state rivolte a valorizzare la musica e le altre arti, anche nella loro declinazione digitale, come elementi centrali della pratica educativa nelle nostre scuole.
Tra le riflessioni espresse dai ragazzi è emerso che la musica aiuta a conoscere, a capire i pensieri, arriva al cuore delle persone e non si limita al cervello. È emozione pura, è sentimento.
Le Arti, i brani musicali hanno la capacità di leggere dentro, aiutano a capire chi siamo e l’epoca in cui viviamo. Ecco perché la musica e ogni forma di arte rappresentano un linguaggio universale, capace di trasmettere emozioni, infatti, un mondo senza musica sarebbe un mondo privo di armonia. Oggi è diventata fortunatamente accessibile a tutti, grazie soprattutto al progresso tecnologico, ha un valore ed un’utilità speciale.
Alcuni alunni si sono  esibiti con dei  brani musicali , tra cui Wake me up Avicii, Alleluia, Cohen, La guerra di Piero di De Andrè. Il violino, il basso, la chitarra, la tromba e il flicorno tenore hanno creato una magica atmosfera.
I ragazzi hanno aperto le loro menti, hanno ascoltato la musica e fatto emergere le emozioni, il proprio sentire.

La Redazione della scuola

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.