Passaggio ad Anas del ponte Sente, il senatore D’Alfonso torna alla carica

L'ex governatore dell'Abruzzo a colloquio, questa mattina, con l'amministratore Simonini

10 settembre 2019

BELMONTE DEL SANNIO – Dal “Giornale di Bordo” del senatore Luciano D’Alfonso si apprende che alle ore 8.45 l’ex presidente della Regione Abruzzo avrà un incontro con l’ingegner Simonini, amministratore Anas SpA. Le questioni sulle quali verterà l’incontro interessano la procedura per la realizzazione della Loreto Penne, con 37 milioni di euro; la Vasto-San Salvo che «ha i soldi in canna e vanno proceduralizzati poiché 87 milioni di euro non si possono tenere in frigorifero»; la bretella di accesso al Porto di Ortona e la viabilità per il Porto di Pescara e il quarto lotto della Teramo Mare.

«La fortuna vuole che un galantuomo sia a presidio di queste procedure in Anas S.p.A. Si tratta dell’ingegner Matteo Castiglione che penso incontrerò a seguire dopo l’Amministratore delegato di Anas S.p.A Ho evitato di segnalare tutte le altre partite aperte riferite alla viabilità di montagna, – scrive il senatore del Pd sulla sua pagina Facebook – che dobbiamo continuare a seguire sia perché già dello Stato sia perché altra viabilità verrà presa da Anas, nel rispetto del Codice della Strada».

E qui l’Eco sfrutta al volo l’opportunità dell’incontro con l’amministratore delegato di Anas spa e fa pressing sul senatore D’Alfonso, ricordandogli, in tempo reale, il suo impegno per il passaggio all’Anas del ponte che collega l’Alto Molise e l’Alto Vastese, ormai chiuso da un poco meno di un anno. Un pressing mediatico che il senatore, attento lettore della nostra testata, raccoglie volentieri: «Torno alla carica sulla questione» dichiara pubblicamente infatti D’Alfonso.

 

 

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.