Precipitò con un caccia Amx sorvolando Carovilli, dovrà risarcire 300mila euro alla Difesa

14 febbraio 2020

CAROVILLI – Francesco Sferra, classe ’79, ufficiale e pilota dell’Aeronautica militare, originario di Carovilli, dovrà risarcire il Ministero della Difesa di trecentomila euro per aver distrutto, mentre lo stava pilotando, un caccia militare modello Amx. I fatti risalgono all’agosto del 2014. Il pilota era a bordo del velivolo quando decise di effettuare un sorvolo a bassa quota sull’Alto Molise, nei pressi di Carovilli suo paese natale. Qualcosa andò storto e l’aereo precipitò schiantandosi in località Pratella. Il pilota ne uscì praticamente illeso, a differenza dell’aeromobile che andò completamente distrutto. Al militare vennero contestati i reati di inosservanza delle istruzioni ricevute e il peculato militare aggravato. Nel 2016 il Tribunale militare di Roma condannò l’ufficiale alla pena di anni uno e mesi tre di reclusione militare, spese e conseguenze di legge, compresa la rimozione dal grado, mentre non ancora risulta definito il procedimento penale ordinario per il reato di disastro colposo. Nei giorni scorsi si è espressa sul caso anche la Corte dei Conti che ha ritenuto di poter quantificare il danno all’erario in trecentomila euro in favore del Ministero della Difesa.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO QUI

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.