Provinciale chiusa, il centrodestra: «Senso unico alternato sul cantiere per evitare l’isolamento dell’Alto Vastese»

E' quanto chiedono i consiglieri di opposizione in Consiglio provinciale

CASTIGLIONE MESSER MARINO – «Intervenire in maniera tempestiva e attraverso un’azione mirata sulla strada provinciale 152 tra Castiglione Messer Marino e Montazzoli, al fine di allargare quel tratto stradale nel punto di lavoro, sul lato sinistro direzione Montazzoli, e quindi consentire ugualmente il transito alternato dei veicoli nei mesi di esecuzione dell’intervento così da evitare la chiusura totale».

Questa la richiesta avanzata al presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo dai consiglieri provinciali di centrodestra Gabriele Di Bucchianico, Elisa Marinelli, Emiliano Vitale, Efrem Martelli, Graziano Marino, Fabrizio Leonzio.

«Questa proposta – spiegano i consiglieri di centrodestra – si rende indispensabile e urgente all’indomani dell’ordinanza della Provincia di Chieti con la quale viene chiusa per tre mesi la SP152 al Km 5 per permettere i lavori di messa in sicurezza della famosa frana che persiste da troppo tempo. Questa ipotesi e fattibilità tecnica dell’intervento è stata tra l’altro già sottoposta e accolta favorevolmente dalla ditta esecutrice dei lavori. La completa chiusura di questa arteria, provocherà enormi disagi ai cittadini, che ogni giorno la percorrono, soprattutto per motivi lavorativi e soprattutto in questi mesi estivi quando i turisti vorranno raggiungere o visitare l’Alto Vastese. Pertanto – concludono i consiglieri provinciali di centro destra – anche se siamo soddisfatti dell’inizio dei lavori di ripristino di quel tratto di strada, dopo anni di enormi disagi, chiediamo al Presidente della Provincia di Chieti di creare sulla SP 152 il transito alternato dei veicoli al fine di scongiurare l’isolamento di un pezzo importante di territorio e di diversi centri abitati».

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.