Rapina in villa Lanciano, gang condannata a 65 anni di carcere

(ANSA) – LANCIANO (CHIETI), 8 OTT – Ammontano a complessivi 65 anni di reclusione le pene inflitte alla gang romena che il 23 settembre del 2018 si è resa responsabile della cruenta rapina in casa dei coniugi Carlo Martelli e Niva Bazzan, a cui venne mutilato il padiglione auricolare destro. Il gup Giovanni Nappi ha emesso la sentenza alle 15 al Tribunale di Lanciano infliggendo 15 anni e 4 mesi ad Alexandru Bogdan Colteanu, 11 anni e 4 mesi a Marius Adrian Martin, 10 anni per Aurel Ruset, e Costantin Turlica, 9 anni e 4 mesi per Ion Turlica, infine 8 anni di reclusione per Bogdan Ghiviziu. L’ultima condanna è per l’accusa di favoreggiamento per Gheroghe Jacota, a 10 mesi di reclusione. I primi sei imputati erano accusati di concorso in rapina pluriaggravata, lesioni gravissime, sequestro di persona e porto abusivo di arma in relazione a una roncola di 12 centimetri con la quale venne mutilata la Bazzan.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.