Risveglio sotto la neve in Alto Molise e Vastese, ma ora preoccupa il vento di burrasca

Risveglio sotto la neve in Alto Molise e Vastese dove le precipitazioni si sono registrate dalla tarda serata di ieri e per tutta la notte. Apporti al suolo scarsi, pochi centimetri anche nei centri più in quota, ma molto freddo con la temperatura che è crollata dai 15-20 dei giorni scorsi a valori di qualche grado al di sotto dello zero. Mezzi spazzaneve e spargisale in azione sulle arterie provinciali per garantire la circolazione nelle migliori condizioni di sicurezza possibile.

La protezione Civile informa delle condizioni di maltempo per le prossime ore. Di seguito il bollettino meteorologico pubblicato sul sito www.neveappennino.it.

Precipitazioni:

da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Puglia centro-meridionale, Basilicata ionica, Calabria ionica e meridionale e Sicilia nord-orientale e centrale tirrenica, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati;
– isolate, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto del Sud, Molise e Abruzzo meridionale, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: residue al mattino sull’Alto Adige; al di sopra dei 600-800 m su sull’Appennino centro-meridionale e al di sopra degli 800-1000 m sui rilievi della Sicilia settentrionale, con apporti al suolo da deboli a moderati.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in generale sensibile calo; localmente marcato, nei valori massimi, su Sicilia e Calabria.
Venti: di burrasca o burrasca forte settentrionali sulle regioni centro-meridionali, con raffiche fino a tempesta su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, in progressiva attenuazione a partire da Abruzzo e Molise.
Mari: da agitati a molto agitati i bacini centro-meridionali, fino a grosso lo Ionio al largo; moto ondoso in progressiva diminuzione a partire dai bacini centrali.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.