Scuola: immissione in ruolo per 214 docenti in Molise

Il Miur ha pubblicato il D.M. del 26 luglio ’17 con il quale si definiscono i contingenti per le 51.773 assunzioni a tempo indeterminato del personale docente. Al Molise spettano 214 posti.

Al decreto sono allegate le tabelle  per insegnamento e per provincia. Il numero di posti disponibili per la scuola secondaria è inferiore ai posti liberi di 1.215 unità per il riassorbimento dell’esubero nazionale e regionale.

A breve sarà disponibile anche la tabella per le 61 assunzioni di personale educativo.
Per il personale ATA (collaboratori scolastici, assistenti amministrativi e tecnici, dsga, cuochi) i contingenti saranno definiti entro il 10 agosto.

Nella nota  di accompagnamento al decreto, sono specificate le procedure e il calendario delle operazioni. Le nomine in ruolo, su ambito, avverranno a partire dal 27 luglio dalle graduatorie di merito del concorso ordinario. A seguire quelle dalle graduatorie da esaurimento. Nella nota si specifica che le operazioni di assunzioni debbano concludersi entro il 5 agosto in modo da permettere ai neo-assunti di presentare la propria candidatura per l’assegnazione da ambito a scuola: la funzione su istanze online sarò disponibile dal 29 luglio al 6 agosto.

Per i docenti che non abbiano ricevuto proposte o le abbiano rifiutate provvederà l’ufficio scolastico regionale (dal 16 agosto) sulla base del punteggio nelle graduatorie (prima il concorso e poi le graduatorie da esaurimento).

La ripartizione delle assunzioni sarà al 50% tra le due procedure salvo eventuali recuperi rispetto alle operazioni dello scorso anno (incluso il posto dispari).
Per la scuola dell’infanzia è previsto anche il recupero, a favore delle graduatorie ad esaurimento della quota eccedente il 15% utilizzata lo scorso anno per assunzioni dal concorso 2012.

INFANZIA PRIMARIA I GRADO II GRADO SOSTEGNO TOTALE PROV.
4 10 49 58 26 147 CB
8 8 22 20 9 67 IS
12 18 71 78 35 214

Si tratta di  un contingente che rimpiazza  appena il turn over; non consente di aumentare il tempo scuola e documenta, in termini assoluti, il continuo spopolamento della nostra regione, che il prossimo anno scolastico  avrà oltre  mille alunni in meno  rispetto al precedente.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.