Scuola, Itis potenzia offerta formativa: ecco fresatrice di ultima generazione

In Italia la nuova apparecchiatura è presente solo in altri due istituti. La dirigente scolastica Camperchioli: “L’investimento, pari a centomila euro, rappresenta un unicum in Molise”

AGNONE. Una innovativa e tecnologica fresatrice in dotazione all’Istituto tecnico Industriale Statale “Leonida Marinelli”, unico in provincia a specializzare gli studenti in meccanica. Il nuovo macchinario, a comandi computerizzati, è arrivato qualche giorno fa nell’istituto agnonese e contribuirà alla formazione degli allievi del triennio che si preparano a conseguire un diploma, quello di meccanica e meccatronica, sempre più ricercato nel mondo del lavoro. La fresatrice, o meglio centro di lavoro a controllo numerico Emco Concept Mill 260, dal costo di circa 100mila euro è stata acquistata grazie a fondi europei Pon (Programma operativo nazionale) del Miur il cui progetto ha come obiettivo formare operatori ‘multiskills’ che sappiano confrontarsi con problemi meccanici (conoscenza dei materiali, attrezzaggio macchine, manutenzione) e interfacciarsi con i software (Cad-Cam, controlli, visualizzatori 3D). Su scala nazionale, oltre al “Leonida Marinelli”,  solo altri due istituti hanno garantite le prestazioni di tale macchina la quale consente la possibilità di numerose lavorazioni di altissima precisione con l’interscambio di utensili. Ad installare e spiegare il funzionamento della fresatrice, l’ingegnere veneto Vladimiro Buso. “E’ una apparecchiatura che innalza l’offerta di formazione del nostro istituto che prepara tecnici molto ambiti sul mercato del lavoro – ammette soddisfatta la dirigente scolastica, Tonina Camperchioli -. E’ questo un ulteriore passo che mira a migliorare e a potenziare il parco tecnologico della nostra scuola, una realtà la quale rappresenta un unicum nel panorama molisano”. Avanti così.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.