Servizi turistici innovati, progetto completato ma inattivo da un anno

La denuncia di Nuovo Sogno Agnonese: “Spesi 370mila euro”

18 febbraio 2019

AGNONE – Servizi innovativi al turismo del Comune di Agnone, lavori terminati da un anno, ma il sistema informativo ancora non entra in funzione. E’ quanto denuncia il gruppo di minoranza a Palazzo San Francesco, Nuovo Sogno Agnonese che sul tema ha chiesto alla maggioranza di fare chiarezza. Si tratta di un progetto costato 370mila euro – affermano i consiglieri di centrosinistra – completato da circa un anno e perfettamente funzionante, che però è rimasto inspiegabilmente in un cassetto. Un progetto che rappresenta il fulcro di tutta la programmazione del settore turistico, il punto di riferimento per fare quel salto di qualità di cui Agnone e il territorio alto molisano hanno bisogno. E invece, non si hanno notizie sulla partenza. Il tutto –aggiungono Daniele Saia, Maurizio Cacciavillani e Pina Catauro –  nonostante il Comune sta pagando la manutenzione degli impianti. Ricapitolando: abbiamo una rete wi-fi cittadina gratuita, pronta ma spenta; una applicazione di “realtà aumentata” per terminali mobili (smartphone e tablet) che consentirà di valorizzare il patrimonio storico-artistico della città, pronta ma non disponibile; un portale web visitagnone.com, a dir poco sbalorditivo, ricco di video e foto professionali, immagini in diretta da webcam ad alta risoluzione, testi raffinati, un portale capace finalmente di mettere in rete l’immenso patrimonio culturale e naturalistico, le strutture ricettive e le produzioni locali attraverso l’implementazione di un sistema informativo fortemente evoluto, pronto ma non visibile su internet. Infine – concludono i rappresentati di Nuovo Sogno Agnonese – un visitor center allestito a Palazzo Bonanni, chiuso. Come dire: ai cittadini lettori l’ardua sentenza.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.