Sevel: stop ad oltranza, i lavoratori chiedono la cassa integrazione

ATESSA – «La telenovella continua, altro giorno, altra puntata, ed è arrivata la comunicazione del senza lavoro anche per oggi 17 ottobre su tutti i turni. Ormai ad una settimana dal fermo produttivo del reparto presse della FCA di Piedimonte San Germano e di conseguenza allo stallo totale della Sevel e del quasi intero indotto della val di Sangro, mentre l’altro ieri si intravedeva qualche spiraglio invece oggi nemmeno quello, e nulla fa presagire ad una soluzione celere. Quindi ci aspettiamo altre puntate della “telenovella” e nel frattempo nelle maestranze cresce la preoccupazione sull’evolversi e sul perché a questo punto l’azienda non faccia la richiesta di cassa integrazione visto che è impensabile fare i recuperi».

Emanuele Cimone, sindacalista agnonese, sul protrarsi dello stop alla Sevel di Atessa.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.