Tenta due volte il suicidio buttandosi in lago, abruzzese salvato da un agente di Polizia libero dal servizio

(ANSA) – PENNE (PESCARA) – Tenta il suicidio lanciandosi in un lago due volte in poco tempo: in entrambi i casi è stato recuperato e salvato da un agente della polizia stradale libero dal servizio. Protagonista dell’episodio, avvenuto ieri a Penne è un uomo di 74 anni, ora ricoverato nell’ospedale del capoluogo Vestino. L’uomo si è gettato dalla diga del lago di Penne e, una volta in acqua, è stato notato da un assistente capo della Polstrada di Pescara, Marco Melone, che stava facendo footing.  Il poliziotto ha subito raggiunto e recuperato l’uomo, praticando le prime manovre rianimatorie. Ripresi i sensi, il 74enne si è di nuovo buttato in acqua e anche in questo caso è stato recuperato dall’agente, che poi lo ha immobilizzato fino all’arrivo dei soccorsi. Nella caduta il 74enne ha riportato diverse escoriazioni e ferite, ma le sue condizioni non sarebbero gravi. Al momento è tenuto sotto osservazione all’ospedale di Penne, in provincia di Pescara.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.