Travolge due uomini con l’auto, era ubriaco: abruzzese finisce in manette

Gli esami tossicologici ed ematici hanno accertato un tasso alcolemico di 2.8, quasi sei volte superiore al consentito

(ANSA) – SULMONA (L’AQUILA), 9 DIC – Il Gip del Tribunale di Sulmona ha convalidato l’arresto del conducente del Suv che sabato scorso, vicino a Pettorano sul Gizio (L’Aquila), ha travolto un’auto a bordo della quale viaggiavano padre e figlio, di 89 e 59 anni, morti entrambi nell’impatto. L’uomo, un 45enne di Pettorano sul Gizio, è accusato di omicidio stradale. Gli esami tossicologici ed ematici hanno accertato un tasso alcolemico di 2.8, quasi sei volte superiore al consentito.
L’uomo, piantonato nell’ospedale di Sulmona dagli agenti di Polizia penitenziaria, ha riportato fratture al femore e al bacino e trauma addominale e dovrà essere operato. Nel frattempo il sostituto procuratore della Repubblica di Sulmona Aura Scarsella ha disposto l’autopsia sulle vittime; a eseguirla domani l’anatomopatologo Luigi Miccolis. Da una prima ricostruzione della Polizia stradale di Castel di Sangro, il Suv, che viaggiava da Sulmona verso Pettorano, avrebbe invaso la corsia di marcia opposta travolgendo la Punto sulla quale erano padre e figlio.

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.