Un guerriero sannita alla guida della Regione Molise

Spazzate via le vecchie logiche di casta che portano sulle poltrone del potere sempre i soliti noti, amici degli amici dei dirigenti dei partiti

Un guerriero sannita alla guida della Regione Molise.

Spazzate via le vecchie logiche di casta che portano sulle poltrone del potere i soliti noti, amici degli amici dei dirigenti dei partiti.

Andrea Greco è il candidato Governatore del MoVimento 5 Stelle alle prossime elezioni Regionali in Molise del 22 aprile. L’unico al momento, con il centrodestra e il centrosinistra in rotta, intimoriti dall’esito delle recenti consultazioni politiche. Destra e sinistra stanno cercando qualcuno che si immoli, la classica testa di legno, che si faccia male infrangendosi contro il muro pentastellato.
Andrea, 33 anni da compiere, è laureato in Giurisprudenza con 110 e lode e bacio accademico in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi della Campania ‘Luigi Vanvitelli’ (fino al novembre 2016 Seconda Università degli Studi di Napoli), con tesi in Storia delle dottrine politiche. È il candidato Governatore più giovane della storia politica molisana, nel 2013 è stato il primo dei non eletti in Consiglio regionale e negli ultimi 5 anni è stato consulente giuridico e collaboratore del gruppo consiliare che ha coadiuvato i nostri portavoce in Consiglio regionale Antonio Federico, ora portavoce alla Camera, e Patrizia Manzo che è uno dei pilastri insostituibili del MoVimento 5 Stelle in Molise. Ed ovviamente è il primo candidato governatore agnonese. Un agnonese dunque, un discendente dei fieri sanniti, pastori guerrieri, alla guida della Regione Molise, è quello che potrebbe accadere realisticamente ad aprile. Accadrà, salvo colpi di scena dell’ultima ora. Un risultato già scritto rispetto al quale anche le solite logiche clientelari, tipiche della piaggeria meridionale, dovranno inchinarsi. La rivoluzione è già in atto, c’è poco da fare. Anche il più miope degli analisti politici se ne accorgerebbe.

Andrea è già carico in vista di questa importante avventura, ma anche pieno di riconoscenza: «Grazie, grazie e ancora grazie a tutti coloro che credono in questo sogno meraviglioso ormai alla portata: scrivere e realizzare un futuro possibile e differente per questa magnifica terra. – ha dichiarato in un articolo pubblicato sul “Blog delle stelle” – Ho ricevuto uno tsunami di affetto e sono seriamente commosso ma anche carico di grandissimo entusiasmo. Sono il candidato Presidente per l’unica forza politica che può rappresentare una alternativa vera per un futuro di riscatto. Lo sarò insieme a tutta la splendida squadra che comporrà la lista. Lavoreremo con un grande obiettivo: restituirvi il Molise. Un abbraccio forte a Patrizia Manzo con la quale ho condiviso 5 anni di lotte e conquiste, insieme ad Antonio Federico un’altra persona eccezionale, entrambi esempio di coerenza e onestà. Forza ragazzi, ora a lavoro. Facciamo conoscere a tutti le nostre idee per la Regione Molise. Sappiamo bene quanto hanno sottratto a questa terra e quanto abbiamo il dovere di restituirle. Non vogliamo più che i nostri giovani debbano fuggire altrove. Anche per questo sono onorato della fiducia che tutti gli iscritti certificati mi hanno riservato. Non la tradirò mai, non la tradiremo mai».

Il MoVimento 5 Stelle in maniera democratica e condivisa ha già scelto la sua squadra per le Regionali. Presenterà il programma per il Molise che rispecchia i punti cardine del programma nazionale e che è stato scritto sulla base dell’esperienza maturata negli ultimi anni in Consiglio regionale.

Francesco Bottone

 

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.