Atti sequestrati in Comune, Fangio: «L’amministrazione è completamente estranea ai fatti»

L'assessore comunale di Castiglione Messer Marino parla di lista "Insieme per le manette" rivolgendosi al centrodestra

CASTIGLIONE MESSER MARINO – Atti sequestrati in Comune, Fangio: «L’amministrazione è completamente estranea ai fatti».

L’assessore comunale di Castiglione Messer Marino parla di lista “Insieme per le manette” rivolgendosi al centrodestra.

La notizia di cronaca data in esclusiva dall’Eco, cioè l’acquisizione di documentazione inerente alcuni appalti pubblici operata nei giorni scorsi dai Carabinieri in alcuni Comuni dell’Alto Vastese, rischia di infiammare la campagna elettorale di Castiglione Messer Marino.

Qualcuno, commentando quella notizia on line, esulta perché qualcun altro «andrà in galera».

In realtà, nonostante l’indagine condotta dalla Procura di Vasto sia mantenuta nel più stretto riserbo, da indiscrezioni trapelate si apprende che si tratta di un contenzioso, neanche troppo inedito, tra due imprenditori di Castiglione Messer Marino. Nessuna questione morale o politica, dunque, perché gli amministratori di Castiglione non sono minimanente coinvolti, come invece vorrebbe far intendere qualcuno.

E l’assessore comunale Enzo Fangio, commentando alcuni post apparsi su Facebook, infatti scrive: «Vedo con rammarico che alcuni esponenti della lista “Insieme per le manette” approva le volgari insinuazioni fatte che ledono la dignità di chi ha amministrato e quella di alcuni dipendenti comunali. Fortunatamente i più saggi si sono astenuti. Il fatto, parzialmente errato perché non riguarda l’eolico, non coinvolge minimamente l’amministrazione Comunale. Chi di dovere indagherà e valuterà le opportune azioni da prendere. Vedere però chi si candida ad amministrare che, pur di racimolare qualche voto, si presta a questi giochetti, dimostra il proprio spessore politico. Se ci sono buone idee fatevi scudo dietro a queste e lasciate gli ultras tifare, che comunque dovranno rispondere per quello dicono».

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.