Caccia di selezione: l’Atc Vastese chiede i dati degli abbattimenti, ma il corso da cacciatore formato non parte

VASTO (CH) – Caccia di selezione: l’Atc Vastese chiede i primi dati degli abbattimenti.

Prelevare mille e 43 cinghiali nella sola zona vocata ed eradicazione della specie nella zona non vocata. E’ questo l’obiettivo della caccia di selezione attivata dall’Atc Vastese dallo scorso gennaio. 

Quindici animali assegnati alle singole squadre, ovviamente divisi per classi di età e per sesso, con un piano di prelievo da portare a compimento entro il mese di giugno.

Ed è il momento dei primi bilanci. Entro domani, infatti, le squadre impegnate nella caccia di selezione, dovranno far avere all’Atc Vastese le schede di abbattimento, le foto dei capi abbattuti e le analisi trichinoscopiche effettuate sui campioni di diaframma. 

Sulla base di quei dati l’Atc valuterà le eventuali decisioni da prendere. Non è escluso un aumento del numero di cinghiali da abbattere.

Intanto i millantati corsi da cacciatore formato, che permetterebbero la commercializzazione delle carni selvatiche, non sono ancora stati attivati dalla Asl e dagli Atc che ovviamente si rimpallano le responsabilità.

 

 

Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.